Un nuovo naso senza bisturi? Perché no?

bisturi slider

beautylife.vanityfair.it

Di Elvira Grazi

 

Un naso nuovo senza bisturi? Perché no?

A circa trent’anni, decisi di rifarmi i naso. In realtà aveva solo un piccolo gibbo, ma sapete com’è, l’occhio focalizza solo ciò che vuole e per quella gobbetta, usava sempre lo zoom. Certo, mi terrorizzava un po’ l’idea dell’anestesia, dei tamponi, di martello e scalpello (ovviamente chirurgici) che avrebbero smantellato l’inestetismo, ma fu una specie di decisione goliardica, presa insieme ad un’amica, che invece lamentava un naso un po’ troppo lungo.

bisturi lividoUscimmo dalla clinica il giorno dopo con i calamai blu sotto gli occhi e un piccolo gessetto sul naso. La gente ci guardava, per strada, pensavano avessimo avuto un brutto incidente. Me ne sono pentita? Non direi, anche se adesso so che il difetto era davvero lieve e avrei potuto conviverci. Sia chiaro, io sono assolutamente favorevole alla chirurgia estetica anche perché credo che convivere con le insicurezze dettate da un’imperfezione, sia di gran lungo peggio che risolvere la cosa e non pensarci più.

bisturi cameron                                                           Cameron Diaz

Ma adesso, finalmente, le alternative al bisturi sono tantissime. Anche per quanto riguarda la rinoplastica. Non ci credete? Eppure bastano davvero pochi minuti per dire addio a una gobbetta, a un naso troppo ingombrante o alla classica punta cadente. Se la rinoplastica tradizionale è pur sempre un intervento invasivo e non privo di rischi, il ‘rinofiller’ o ‘rinoscultura’ è invece in grado di regalare un nuovo profilo più armonico trasformando letteralmente la personalità di un naso imperfetto.

bisturi jennifer                                                     Jennifer Aniston

Ne parlo con la dottoressa Elena Guarneri, specialista in medicina estetica e pioniera della tecnica.

Perché preferire il rinofiller alla tradizionale tecnica chirurgica?
Intanto perché si può procedere per gradi, correggendo anche più difetti. Si è subito presentabili, non ci sono ecchimosi, non servono anestesia, tamponi, né fasciature.

Come interviene?
bisturi jessica                                                         Jessica Biel

Si iniettano dei filler speciali in punti particolari. Alla radice del naso, per far scomparire una eventuale gobba. Sul dorso, se il naso è a sella e quindi un po’ schiacciato, o sulla punta per sollevarlo all’insù. Volendo si può regalare ancora maggiore armonia al volto, se necessario, ridefinendo gli zigomi o un mento un po’ sfuggente.

Splendido ma credo che il limite sia che i filler sono riassorbibili
bisturi gisele                                                        Gisele Bundchen

Ovviamente e ciò, a mio avviso, è un bene, perché sono sempre possibili dei ripensamenti. Inoltre i filler che si usano sono particolarmente ‘densi’ ma biocompatibili e assolutamente sicuri. Per questo il risultato è garantito per un anno e mezzo e oltre, anche perché la zona è poco vascolarizzata e non è soggetta a movimento.

Si può intervenire per gradi?
bisturi kate                                                       Kate Hudson

Certo, il naso viene rimodellato man mano che si inietta il filler per cui si possono verificare i risultati e decidere se continuare o fermarsi. Calcoli inoltre che non sono poche le persone che con questa tecnica migliorano anche gli esiti di un intervento di rinoplastica che magari ne ha corretto il profilo ma non ne ha magari rialzato la punta.

A chi invece non è indicato?
bisturi sarah                                                     Sarah Jessica Parker

A quanti hanno anche disturbi di respirazione, deviazione del setto nasale, ipertrofia dei turbinati o se il naso da trattare è davvero troppo importante.

I costi?
Sono variabili in base alla quantità di filler iniettata ma comunque molto contenuti.

bisturi blake                                                     Blake Lively

Ulteriori consigli?
Sì è necessario comunque rivolgersi a uno specialista, è vero che l’intervento non è demolitivo, ma occorre esperienza e il medico deve saper valutare l’intera fisionomia del volto e le variabili anatomiche così da ottenere un risultato che sia davvero soddisfacente e armonico.

Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298