SOS: gli energy drink fanno male al cuore

drink slider

www.italiasalute.it

Di Andrea Sperelli

loading…


Gli energy drink fanno male al cuore

Ricercatori tedeschi lanciano l’allarme sulle bevande energetiche

Forse al palato sì, ma al cuore non piacciono proprio. Parliamo degli energy drink o bevande energetiche, bibite che possono indurre un’alterazione delle normali funzioni cardiache, secondo uno studio tedesco dell’Università di Bonn.

drink v 3I ricercatori hanno osservato grazie a una risonanza magnetica cardiaca cosa accadeva nell’organismo umano un’ora dopo l’assunzione della bevanda, che contiene alte concentrazioni di caffeina e taurina. Lo studio, presentato durante il convegno annuale della Radiological Society of North America, ha dimostrato che gli energy drink aumentano in maniera esponenziale il tasso di contrazione del cuore.

“Fino a ora non conoscevamo esattamente l’effetto che queste bevande energetiche hanno sulla funzione del cuore. Vi sono molte preoccupazioni circa i potenziali effetti collaterali negativi di questi prodotti sulla funzione cardiaca, soprattutto in adolescenti e giovani adulti, ma vi è poca o nessuna regolamentazione sulle vendite di bevande energetiche”, ha spiegato il dott. Jonas Dörner, direttore della sezione di imaging cardiovascolare presso l’Università di Bonn e coautore dello studio.

drink da fareI dati provenienti dai pronto soccorsi sembrano peraltro confermare le preoccupazioni degli esperti, dato che la percentuale di ricoveri a causa dell’abuso di queste bevande è raddoppiata negli ultimi anni.

“Di solito, le bevande energetiche contengono taurina e caffeina come loro principali ingredienti”, ha sottolineato il dottor Dörner. La quantità di caffeina è fino a tre volte superiore rispetto ad altre bevande contenenti caffeina come il caffè o la Coca cola. Ci sono molti effetti collaterali noti per essere associati a un elevato apporto di caffeina, tra cui tachicardia, palpitazioni, aumento della pressione arteriosa e, nei casi più gravi, convulsioni o morte improvvisa”.

Il dott. Dörner, coadiuvato dal dott. Daniel K. Thomas e da altri colleghi, ha verificato l’effetto prodotto dal consumo di bevande energetiche sulla funzione cardiaca di 18 volontari sani, 15 uomini e 3 donne con un’età media di 27 anni e mezzo. Tutti i soggetti sono stati sottoposti a risonanza magnetica prima e un’ora dopo aver bevuto un energy drink contenente taurina e caffeina nelle rispettive concentrazioni di 400 mg/100 ml e 32 mg/100 ml.

drink sli noFra i due momenti, i medici hanno potuto apprezzare differenze significative nel picco di contrazione del cuore e nella velocità di contrazione nel picco sistolico a carico del ventricolo sinistro. Altre differenze riguardavano la frequenza cardiaca, il livello pressorio e la quantità di sangue espulsa dal ventricolo sinistro del cuore.

“Non sappiamo esattamente come o se questa maggiore contrattilità del cuore abbia un impatto sulle attività quotidiane o le prestazioni atletiche. Abbiamo bisogno di ulteriori studi per capire questo meccanismo e per determinare quanto tempo dura l’effetto della bevanda energetica”, ha spiegato Dörner.

“Abbiamo comunque dimostrato che il consumo di energy drink ha un impatto a breve termine sulla contrattilità cardiaca. Sono tuttavia necessari ulteriori studi per valutare l’impatto a lungo termine del consumo di energy drink e l’effetto di tali bevande nelle persone con malattie cardiache”.

Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298