Sonno: russare mette a rischio i denti, allarme degli odontoiatri

aaasnore slider

dilei.it



Sonno: russare mette a rischio i denti, allarme degli odontoiatri

Chi respira male nel sonno o russa facilita la comparsa della carie e i danni allo smalto, a sostenerlo è l’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa.

aaasnore v specchioNon solo gli adulti sono a rischio carie in presenza di un’errata respirazione notturna, ma anche e soprattutti i più piccoli. Sono proprio i bambini infatti a respirare nella maggior parte dei casi con la bocca aperta per via dei frequenti raffreddori o allergie.

Sfortunatamente quando si respira con la bocca invece che dal naso, il pH del cavo orale diminuisce provocando un aumento dell’acidità che crea l’ambiente favorevole all’erosione dello smalto e allo sviluppo della carie. Studi condotti sull’argomento hanno messo in evidenza come chi russa o ha apnee notturne ha il 37% in più di rischio di sviluppare carie rispetto a chi non ha disturbi di respirazione nel sonno.

aaasnore v brushCiò succede perché respirando a bocca aperta il cavo orale si asciuga e viene meno la protezione fornita dalla saliva allo smalto dei denti. La saliva contiene infatti enzimi antibatterici, anticorpi e sali minerali in grado di mantenere deterse e protette le arcate dentali, oltre a contribuire a preservare un pH del cavo orale ottimale e a contrastare l’azione di batteri nocivi. Una bocca asciutta presenta alti livelli di acidità e una flora batterica alterata, a tutto vantaggio della comparsa di carie, irritazioni, stomatiti, afte e infiammazioni gengivali.

Risulta dunque chiaro quanto sia importante intervenire sui disturbi del sonno legati a una cattiva respirazione, negli adulti come nei bambini. Purtroppo tali problematiche nella maggior parte dei casi non vengono diagnosticate e dunque curate, creando problemi alla salute del cavo orale e non solo.

aaasnore v 2Il disturbo respiratorio del sonno più comune è russare che può arrecare seri danni all’organismo dal momento che priva il corpo di ossigeno e se preso sotto gamba può portare a problemi a lungo termine come alta pressione sanguigna, patologie cardiache e aumento del rischio di tumore. Ci sono peraltro dei fattori che ne aumentano la propensione, come il sovrappeso e il fumo. Alcune medicine, inclusi i sonniferi, incrementano il tutto, così come i cambiamenti ormonali della menopausa.

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298