Scrub con guanto di crine per una pelle liscia e luminosa

aaabrush slider

www.elle.com

Di Marzia Nicolini



Il guanto di crine è un alleato naturale per fare lo scrub alle gambe e ottenere una pelle liscia e luminosa, a patto di usarlo così

È tempo di scoprire le gambe, e la soluzione si chiama guanto di crine e body brushing

aaabrush v kneeCi siamo: il bel tempo ci invita a lasciare finalmente scoperte le gambe e a rispolverare dall’armadio abiti, gonnelline, shorts primaverili e super femminili. Un cambio d’armadio graditissimo, a patto di poter sfoggiare gambe morbide e compatte, eliminando ogni traccia di grigiore invernale, per non parlare dei terribili peli incarniti. La soluzione: mai sentito parlare di guanto di crine e body brushing?

Si tratta di una pratica amatissima da star come Gwyneth Paltrow, Miranda Kerr ed Elle Macpherson, sulle cui splendide gambe non si discute. Abbiamo chiesto a Mara Nössing, responsabile beauty al Seehof Nature Retreat (www.seehof.it), di darci qualche consiglio su misura.

Guanto di crine esfoliante: perché è un ottimo alleato della pelle
“Per mantenere la pelle sana e ossigenata, questo guanto esfoliante (che si acquista facilmente nei grandi supermercati, negli store beauty o in erboristeria) è perfetto: leggermente ruvido, ma delicato, aiuta a esfoliare la pelle a secco prima della doccia, a patto ovviamente di non sfregare con eccessivo vigore.

aaabrush v guantoI movimenti dovranno essere controllati e morbidi perché la cute non si stressi in alcun modo”. Parola chiave: dolcezza.

Guanto di crine: modo d’uso
In che modo e ogni quanto dovremmo usare il guanto di crine per un effetto pelle nuova? Spiega l’esperta: “la frequenza del peeling dipende dal tipo di pelle e dalla stagione. In inverno, quando la pelle è nel suo periodo di maggiore secchezza, è consigliabile usarlo di mattina ogni cinque giorni circa. Durante il resto dell’anno, invece, quando i fenomeni di pelle secca sono meno frequenti, può bastare una volta alla settimana.

Per ottenere un risultato top, eseguite un massaggio che aiuta (anche) la circolazione sanguigna: iniziate a passare il guanto di crine dalla parte interna dei polpacci, procedendo verso la parte esterna e poi su fino all’interno coscia, terminando con esterno coscia e glutei.

aaabrush v da fare schienaQuesto piccolo massaggio aiuta in caso di pressione bassa, previene e migliora l’aspetto della cellulite e rinforza il sistema immunitario”. Non male, vero?

Guanto di crine per peli incarniti
Secondo le notizie che circolano in rete, il guanto di crine aiuterebbe a prevenire il rischio di peli incarniti dei quali faremmo tutte volentieri a meno. Come sottolinea Mara Nössing, “il peeling a secco con il guanto di crine va a rimuovere lo strato più superficiale della pelle, liberandola dalle cellule morte. Di conseguenza i peli incarniti, essendo esposti, tenderanno a non crescere più”. Evviva!

Prima di depilarsi
“Se avete un appuntamento con depilazione o epilazione, sappiate che è ok trattare in precedenza le gambe con guanto di crine, ma è meglio effettuare il peeling un giorno prima, specie se come metodo si sceglie la classica ceretta. Così facendo la depilazione risulterà meno dolorosa e si ridurrà inoltre il rischio di follicolite (quegli anti estetici sfoghi rossi che si palesano sulle gambe in caso di pelle sensibile)”.

Guanto di crine, quando non usarlo
Meglio evitare di usare il guanto di crine in presenza di vene varicose, sensibilità di istamina, ipertiroidismo, ferite aperte”.

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298