Consigli da Pino Carbone, trainer di Roberto Bolle

Pino Carbone slider

Pino Carbone, ex ballerino e coreografo, è fondatore del Vortice a Firenze, primo centro europeo di Girotonica e Bodycode System, una disciplina che decodifica e corregge schemi di movimento del corpo. Le innovative tecniche cinetiche da lui create lo hanno reso famoso nel mondo ottenendo numerosi premi e riconoscimenti internazionali. Da 30 anni è il trainer dell’Etoile Roberto Bolle assistendolo nel suo percorso di allenamento psico-fisico.

La sua carriera inizia come ballerino classico. Quali sono gli insegnamenti più importanti che le ha dato la danza? pino carbone trainer

Alla danza classica devo molto, prima di tutto mi ha indicato fin da giovanissimo un percorso da seguire e dandomi la possibilità di capire che nella vita non esistono limiti, i limiti sono quelli che ci creiamo con la nostra immaginazione. Mi ha dato la possibilità di viaggiare, di conoscere il mondo, di incontrare tanti artisti meravigliosi. Mi ha insegnato che essere generosi non costa nulla perché è più grande la gioia per ciò che si dà di quella che si prova nel ricevere qualcosa. Mi ha insegnato che, nonostante la danza sia forma, l’arte va al di là della forma. Mi ha insegnato a guardare oltre l’apparenza. Mi ha insegnato che nella vita abbiamo tutti un ruolo, un compito da svolgere con passione e la nostra felicità dipende proprio da questo. La danza mi ha insegnato tante buone cose, ma anche alcune meno piacevoli che al momento non mi sono sembrate utili, in realtà mi sono servite per forgiare il carattere e affrontare le sfide della vita.

Lei ha fondato il Vortice a Firenze e creato innovative tecniche cinetiche premiate nel mondo. Quali sono i problemi più frequenti che le sottopongono i suoi pazienti? pino carbone trainerHo fondato Il Vortice nel 1988 e migliaia sono state le persone che si sono rivolte al mio Centro per risolvere problemi di varia natura. I problemi più frequenti sono legati ad una postura scorretta (rigidità, asimmetrie ecc) con conseguenze anche gravi sulla colonna vertebrale e le articolazioni come, per esempio, lombalgie, sciatalgie, ernie del disco, atteggiamenti scoliotici, periartriti, ecc. sui quali interveniamo con successo grazie al mio metodo di lavoro, il Bodycode System, una disciplina psico-fisica che ho ideato insieme a delle particolari attrezzature uniche nel loro genere; con una di queste ho vinto nel 2004 il Premio Internazionale di Invenzione al “Salon International des Inventions” di Ginevra.

pino carboneLei ha molti pazienti famosi tra cui Roberto Bolle. Come si arriva ad essere il trainer di fiducia di un Étoile come Bolle?

Quando penso alle persone che si sono rivolte a me per vari motivi fisici preferisco pensarle come allievi che imparano un metodo per prendere coscienza delle proprie caratteristiche ed esigenze fisiche. Quindi individui attivi nell’atto di apprendere e non pazienti passivi in attesa di una cura. Per cui il termine paziente preferisco non usarlo.

pino carboneHo conosciuto Roberto Bolle quando, ancora giovanissimo al Teatro alla Scala di Milano, stava intraprendendo la carriera artistica. Venne a trovarmi a Firenze incuriosito dalla mia innovativa metodologia di allenamento, di cui aveva sentito parlare. Dopo una lezione che durò diverse ore (durante la quale scoprì l’importanza di un training personalizzato supplementare alla danza), decidemmo di lavorare insieme tutte le volte che gli impegni di lavoro glielo permettevano. Per accellerare il processo di allenamento e quindi ottenere risultati più rapidi e soddisfacenti, ideai diverse attrezzature che Roberto con entusiasmo utilizzò per anni anche a casa. Il tempo ci ha permesso di conoscerci bene, i risultati psico-fisici ottenuti e le sfide che negli anni si sono presentate e che ci hanno visti vincitori hanno consolidato una stima e una fiducia reciproca, solida ed inalterata da circa 30 anni.

Essere magri è la base della nostra salute. Quali accorgimenti usano i ballerini e quali dovrebbero usare le persone comuni per non prendere peso? pino carbone trainerNon esistono ultracentenari obesi e la magrezza negli ultimi decenni si associa ad un buono stato di salute. Nella realtà non è così, specialmente in un mondo dove l’apparire ha superato di gran lunga l’essere. Si può essere magri mangiando cibo spazzatura, fumando come turchi e non esercitando il corpo: tutto dipende dal metabolismo. Secondo il mio punto di vista, ogni individuo ha un suo peso forma che deve essere valutato attentamente in base all’altezza, alla struttura scheletrica ed al tipo di attività metabolica. Frequentemente le persone affermano di non mangiare molto ma di accumulare peso inspiegabilmente. Spesso si nutrono con alimenti che non sono accettati dal loro organismo che manifesta queste intolleranze in vari modi: a volte con eruzioni cutanee, mal di testa, mal di schiena, ritenzione idrica, iperacidità, obesità. pino carbone trainerPer mantenere un peso forma sano consiglio di eliminare qualsiasi tipo di carne e derivati e nutrirsi prevalentemente con frutta, verdura, legumi alternando riso e pasta integrale di farro o di mais ed eliminando completamente i prodotti di farina bianca e le bevande gassate o zuccherine, coca cola in primis! Per quanto riguarda i ballerini, è bene sfatare l’idea del ballerino che ha un sano stile di vita. Nell’ambiente della danza c’è tanta ignoranza e approssimazione riguardo l’alimentazione. Il ballerino di solito mangia male e in orari sbagliati, si nutre spesso di alimenti zuccherini (cioccolata, merendine, caramelle, ecc) perché pensa che gli diano una carica di energia. Nulla di più sbagliato. Fuma spesso indotto dalla tensione nervosa, beve alcool perché gli dà un senso di rilassamento fisico e psichico e assume frequentemente farmaci antidolorifici ed antinfiammatori. La sua attività fisica continuativa contribuisce a smaltire grassi e zuccheri, mantiene un metabolismo accelerato che gli impedisce di ingrassare, ma coloro che non hanno questo tipo di metabolismo ne pagano le conseguenze e il sovrappeso è una prerogativa che li esclude dalla possibilità di progredire nella carriera. pino carbone trainerQuali sono le regole base per mantenere il corpo in buona salute nel tempo?

Bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno) e tisane, praticare un’attività fisica moderata che non stressi le articolazioni ma che serva per rigenerare l’organismo, meditare almeno un paio di volte a settimana per almeno un’ora. Evitare le bevande gassate e sostituire il caffè con the verde o tisane. Nutrirsi di pensieri positivi e circondarsi di buoni amici. Leggere per informarsi e nutrire lo spirito. Mangiare per il gusto di star bene e non soltanto per il gusto di mangiare. Interrompere ogni contatto sui social network e spegnere la tv almeno un’ora prima di dormire e fare qualche esercizio di respirazione per rilassare il diaframma e addormentarsi con pensieri positivi. Al mattino, prima di alzarsi dal letto, eseguire per almeno 10 minuti esercizi mirati a risvegliare la muscolatura antigravitazionale. pino carbone trainerCome sensibilizzare le persone a prendersi cura di sé?

Prendersi cura di se stessi è un impegno senza scadenza, per questo non facile da applicare e sono poche le persone che ci riescono. Di solito spiego che nella vita è importante darsi una scala di priorità: salute, famiglia, lavoro, hobby, amici, ecc. A quale posto metti la tua salute? I miei allievi trovano particolarmente stimolante questa domanda: se potessi scegliere in che modo portare a termine questa vita, cosa sceglieresti? La maggior parte risponde: in salute e senza sofferenza. Beh, aggiungo io, se desideri terminare la tua vita in questo modo, non ci riuscirai se continuerai a non prenderti cura di te. Se vogliamo aspirare a concludere questa esistenza dignitosamente dobbiamo mettere al primo posto nella scala dei valori la salute e quindi migliorare il nostro stile di vita.

pino carboneQuali sono le conseguenze della mancanza di attività fisica nella vita di una persona? La medicina allopatica ufficiale ha da qualche tempo inserito la sedentarietà tra le vere e proprie patologie, causa e concausa di molte malattie anche gravi. Quindi, le conseguenze che paga chi crede di poter fare a meno di una sana attività fisica sono palesi e lo dimostra il fatto che la percentuale di diabetici è aumentata in modo esponenziale così come le malattie cardio-circolatorie, l’osteoporosi ecc.

Pino CarboneSpesso le persone trascurano i dolori fisici del proprio corpo. Quand’è il caso di intervenire e quali sono le conseguenze di tale trascuratezza?

Le persone trascurano se stesse perché non sono educate all’ascolto del proprio corpo. E poiché il corpo costantemente ci parla inviandoci segnali di ogni tipo, soltanto coloro che hanno imparato ad ascoltare e capire questo linguaggio riescono a prevenire il problema prima che si conclami. Bisognerebbe intervenire prima che la patologia si manifesti in tutte le sue forme, altrimenti i danni che la trascuratezza può causare possono rivelarsi irreversibili. Gli organi interni, i muscoli, i tendini e le articolazioni senza un appropriato e costante movimento perdono le loro caratteristiche e funzioni alterandone la morfologia. pino carbone trainerLa salute è equilibrio tra mente, corpo e spirito. Lei è d’accordo con questa teoria ayurvedica?

Ho iniziato a praticare yoga da ragazzo, convinto che fosse la via per trovare l’armonia e la serenità. Oggi più che mai ritengo che il nutrimento per lo spirito sia l’unica via d’uscita e di salvezza per l’uomo moderno.

pino carbone trainerPersonalmente come si mantiene “in salute”?

Sono vegetariano da circa un trentennio, non fumo, non faccio uso di droghe, non bevo super alcoolici, bevo molta acqua con alto pH e basso residuo fisso, cerco di nutrire la mente con pensieri positivi anche quando tutto sembra apparire buio e mi nutro di letture che arricchiscono e innalzano lo spirito. Prima di cominciare il mio lavoro mi alleno tutte le mattine eseguendo una sequenza di esercizi che ho messo a punto in tanti anni di esperienza. Cerco di vivere per gioire del senso di benessere che costruisco e che proteggo giorno dopo giorno.

La vita si è allungata e la rincorsa alla giovinezza è sempre più attuale. Come si combatte l’invecchiamento?

È vero che la vita si è allungata ma è anche vero che sempre più persone dipendono dai farmaci. Farmaci che hanno lo scopo di ridurre i sintomi delle patologie non quello di guarire da queste. Non credo sia tanto importante l’allungamento della vita quanto la qualità della vita stessa. Per contrastare i segni del tempo è indispensabile rispondere con convinzione a questa domanda: non potendo fermare il tempo, dobbiamo decidere se accettiamo di invecchiare o di crescere. In questo concetto sta la differenza tra chi subisce il tempo invecchiando passivamente e chi utilizza il tempo per continuare il proprio percorso evolutivo. La curiosità e l’entusiasmo sono i propellenti per rimanere giovani.

pino carbone trainerSi ricorda una cosa spavalda che ha fatto nella vita?

Ne ricordo tante di cose spavalde fatte in passato, da curioso non mi sono mai tirato indietro anche in situazioni difficili. Tra tutte mi giunge un ricordo spontaneo: quando d’estate, da adolescente, mi trovavo in riva al mare davanti alla casa paterna, gremita di turisti durante una giornata ventosa e il mare agitato. Noi ragazzi del luogo eravamo stati istruiti su come entrare in acqua in queste situazioni ma soprattutto come uscirne senza danni dato che il fondale era caratterizzato da molti sassi. Quella volta in spiaggia, osservando il mare, vidi un ragazzo entrare spavaldamente in acqua con non poche difficoltà. Lo seguii con lo sguardo, certo che avrebbe avuto maggiori difficoltà nel momento in cui avesse deciso di venir fuori. In un’attimo un’onda più grande delle altre lo risucchiò facendogli perdere l’orientamento. Fu così che probabilmente sbattè la testa tra i sassi non riaffiorando più. L’occhio che avevo puntato su di lui mi guidò per istinto nel punto in cui si trovava lui e potei afferrarlo e trascinarlo fuori con atteggiamento spavaldo. Per sua fortuna, un medico che si trovava in spiaggia, riuscì a rianimarlo.

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298