Peeling, maschere o retinolo: le ossessioni beauty delle star

www.vanityfair.it

di MARZIA NICOLINI



Oltre a essere stupende di natura, le star investono moltissimo nella cura della propria pelle. Ecco alcune delle loro beauty manie: alcune da copiare, altre meno

Nessuno discute il DNA d’eccezione di modelle e star come Bella Hadid, Hailey Baldwin o Lucy Hale. La verità, però, è che queste splendide donne sotto i riflettori non si fanno problemi a spendere (molto) per mantenere il capitale di bellezza ricevuto in dotazione: dagli appuntamenti settimanali con le migliori facialist al mondo fino all’arsenale di cosmetici dei quali non possono fare a meno, ciascuna ha le proprie ossessioni beauty. E, per fortuna, non hanno problemi ad ammetterle, così noi «comune mortali» possiamo carpire i loro segreti. «Non sempre, però, le manie di bellezza delle celebrity andrebbero copiate pari pari», allerta l’estetista e formatrice per spa di lusso Silvia Bianco. Ecco, allora, alcune delle ossessioni beauty dichiarate dalle star e, per ciascuna, il commento dell’esperta per capire come e quando vale la pena ispirarci a loro.

 SHEET MASKS COME BELLA HADID E HAILEY BALDWIN
La modella e Dior ambassador Bella Hadid ha fatto sapere di andare matta per le sheet masks, specie quelle made in Sud Corea. «Quando viaggio ne faccio sempre incetta: sono innovative e funzionano alla grande», racconta al magazine. Stessi ossessioni per Hailey Baldwin. Mai senza: sheet masks dei marchi Shiseido e SK-II.
Commento dell’esperta: «Un ottimo rimedio per riportare in salute la pelle sotto stress. Merito della concentrazione di principi fortemente idratanti e in gel. Certo, non tutte le sheet mask sono ecologiche, visto che si tratta di prodotti usa e getta e non sempre compostabili. Potete evitare sprechi applicando su seno e scollatura le rimanenze di prodotto che la pelle del viso non assorbe».

ROLLER PER IL VISO COME MADONNA
La popstar, da sempre ossessionata dall’aspetto “forever young”, ha da poco lanciato sul mercato il nuovo Onyx Black Beauty Roller, massaggiatore in onice che va a completare la sua preziosa linea di skincare MDNA. Dotato di due sfere di carbonio, ha debuttato in Giappone e arriverà a breve sull’e-commerce di mdnaskin.com.
Commento dell’esperta: «Applicare i prodotti senza massaggiarli è un peccato, anche se indubbiamente è un procedimento più rapido. I roller e i device massaggianti e pulenti sono utili per stendere in maniera più uniforme sieri, detergenti e oli, ma anche utilizzati da soli offrono un massaggio viso che aiuta a combattere i gonfiori (vedi le classiche borse sotto gli occhi), oltre a ossigenare meglio i tessuti donando al volto un colorito fresco e sano».

 

PULIZIA DEL VISO HYDRAFACIAL COME KATE WINSLET
L’attrice inglese richiede sempre l’Hydrafacial prima di calcare i red carpet e gettarsi in pasto ai fotografi: questo trattamento viso ha un effetto anti age immediato, senza il rischio di arrossamenti o irritazioni. Sfrutta l’idra-dermabrasione, sistema delicato (ma super efficace) per aspirare le impurità del viso e il sebo in eccesso, pulendo a fondo la cute.
Commento dell’esperta: «Offre un trattamento viso completo e, attraverso l’estrazione con acqua e massaggio, evita di lasciare brutti segni (cosa che spesso avviene con la spremitura manuale). Inoltre non provoca dolore, né gonfiori. La seconda fase del trattamento prevede il rilascio di sieri, sempre attraverso il macchinario. In questo caso, forse, si potrebbe optare per un classico massaggio manuale con gli stessi effetti».

 MASSAGGI CORPO COME BARBARA PALVIN
Tra le ossessioni della giovane modella ungherese, ambassador di Giorgio Armani Beauty, i massaggi corpo: più sono lunghi e meglio è! In diverse interviste ha fatto sapere di prenotarli appena le è possibile, meglio se dopo una sauna bollente, per eliminare ogni traccia di tossina dall’organismo.
Commento dell’esperta: «Bene i massaggi ad azione anti stress, idealmente si potrebbero ricevere anche tutti i giorni senza la minima controindicazione. Anzi, è dimostrato che il contatto con le mani dell’operatore permette non solo di abbattere i livelli di tensione, ma anche migliorare la qualità del sonno e aiutare la circolazione (sanguigna e linfatica)».

 OLIO PASSEPARTOUT COME MIRANDA KERR
La super top australiana, fondatrice del marchio di bellezza cruelty free Kora Organic Skincare, è una fan degli oli per skincare e detersione e, addirittura, le usa anche per struccarsi. Approvatissimi anche dalla facialist più «in» di Beverly Hills, Sonya Dakar (tra i suoi clienti Leo Di Caprio e Sofia Vergara), gli oli assicurerebbero un nutrimento più in profondità. La pensa così anche Kim Kardashian, che è fedele all’Hydrating Face Oil di Anastasia Beverly Hills.
Commento dell’esperta: «Detergere il viso con olio, asportando i residui con un dischetto di cotone imbibito di acqua, è un’ottima soluzione (si parla di «detersione per affinità», in grado di asportare efficacemente anche il trucco waterproof). Bene anche la scelta di idratare il viso con olio, specie in fase notturna».

SKINCARE CON RETINOLO COME LUCY HALE
L’attrice 29enne, in fissa (dichiarata) con lo skincare, ha dichiarato che la sua arma beauty segreta è proprio il retinolo, perché innesca il ricambio cellulare e liscia perfettamente la pelle, liberandola dall’opacità.
Commento dell’esperta: «Anche se la scienza ha fatto passi da gigante nello sviluppo dei prodotti al retinolo, rendendoli meno aggressivi rispetto a quelli di alcuni anni fa, la maggior parte non è adatta a tutti i tipi di pelle, causando spesso ipersensibilità a causa dell’effetto di profonda esfoliazione che dà. Meglio usare questo attivo solo se sotto controllo di un medico estetico».

PEELING CON ACIDI COME VICTORIA BECKHAM
La stilista inglese ha le idee molto chiare in quanto a skincare: occorrono misure strong per ottenere una pelle perfetta come la sua. E infatti la moglie di David Beckham è una fan dei peeling chimici a base di acidi esfolianti, come il glicolico e il fitolitico.
Commento dell’esperta: «Ok, ma non per tutte. Il problema dei peeling è che talvolta risultano aggressivi. No assoluto ai peeling casalinghi con acidi comprati su Amazon: meglio farsi seguire da un dermatologo esperto. I peeling fanno sicuramente molto bene e regalano un risultato anti age, ma vanno usati con cognizione di causa e moderazione, pena la comparsa di macchie brune o rosse, ustioni e capillari rotti».

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298