Occhi gonfi addio: scopri i 5 rimedi naturali più efficaci

aaaeye slider

www.cure-naturali.it




Di Loredana Zilioli

OCCHI GONFI: I 5 RIMEDI PIÙ EFFICACI

Gli occhi sono un organo molto delicato e importante. A volte possono diventare gonfi: scopriamo le cause per agire, con rimedi naturali, su di esse ed evitare gli occhi gonfi.

aaaeye slider noOcchi gonfi: le cause più comuni: Gli occhi gonfi sono caratterizzati da un ristagno di liquidi alle palpebre. Le motivazioni possono essere varie, le più comuni sono:

– trauma: quando l’occhio o la parte intorno ad esso viene sottoposto ad un trauma o una contusione, si può formare un edema e a volte anche un ematoma, con alterazione del campo visivo e del colore della pelle intorno all’occhio;

aaaeye mirror

– orzaiolo e/o calazio: l’orzaiolo e il calazio colpiscono le ghiandole sebacee presenti sulle palpebre; il calazio si presenta come una cisti, e può essere sente da gonfiore, mentre l’orzaiolo di solito è accompagnato da infiammazione batterica, quindi dolore e gonfiore all’occhio colpito;

– allergie: alcune manifestazioni allergiche che accompagnano le vie respiratorie superiori, come le allergie ai pollini e alla polvere, determinano una lacrimazione eccessiva e innaturale e, di conseguenza, possono manifestarsi attraverso il gonfiore sia alla palpebra superiore sia a quella inferiore degli occhi;

aaaeye spoon– congiuntivite e blefarite: la congiuntivite e la blefarite sono due infiammazioni di origine virale o batterica che colpiscono la congiuntiva, cioè la mucosa che riveste l’occhio e la parte interna delle palpebre, e il margine palpebrale, ed entrambe possono portare gli occhi a gonfiarsi;

-sinusite e raffreddori: nel caso di sinusite, soprattutto se cronica, si può verificare un gonfiore con lacrimazione degli occhi;

– altri motivi: pianto prolungato, contatto con sostanze irritanti, esposizione al vento e a temperature troppo fredde, febbre, mal di testa, mancanza o eccesso di sonno, alimentazione disequilibrata con eccessivo apporto di sale, assunzione di alcuni farmaci.

Occhi gonfi: i 5 rimedi più efficaci

aaaeye handsPer agire in modo valido sugli occhi gonfi è necessario individuarne la causa. A seconda dei motivi che hanno scatenato gli occhi gonfi si dovrà pertanto agire su di essi. Mentre si risolve il problema principale, però, è possibile adottare alcuni rimedi naturali privi di controindicazioni e dall’efficacia immediata, che possono aiutare nell’alleviare il gonfiore agli occhi:

1. Lavaggi con acqua fredda e oli essenziali: pulire gli occhi, soprattutto nei casi di gonfiore dovuto a infiammazione da batteri e virus, oppure nel caso di contatto con sostanze estranee, è la prima operazione da fare per contrastare il gonfiore.

Si possono usare olio essenziale di camomilla, lenitivo, oppure l’olio essenziale di tea tree. Si sciolgono in acqua, nella misura di 3 gocce per mezzo litro di acqua naturale o demineralizzata. Con uno spray si spruzza poi l’acqua, fredda, sugli occhi chiusi. Si asciuga con una garza, un dischetto di cotone, o un panno di cotone ben pulito

aaaeye impacco2. Impacchi di acqua e sale: il gonfiore degli occhi è accompagnato, il più delle volte, da ritenzione di liquidi sulle palpebre. Nei casi in cui la causa sia relativa a infiammazione di tipo batterica e virale l’acqua e il sale aiutano anche a disinfettare la pelle.

Si scioglie mezzo cucchiaino di sale fine in mezzo litro di acqua calda, si lascia intiepidire, si immergono delle garze, si strizzano e si posizionano sulle palpebre chiuse. Il sale potrebbe bruciare se messo a contatto diretto con gli occhi già sensibilizzati, usate quindi cautela nell’utilizzarlo; in alternativa potete usare bustine del the e infusi di camomilla

aaaeye tea3. Tè verde e camomilla: si possono usare le bustine del tè verde dopo che si sono lasciate in infusione per sette minuti. Si strizzano lievemente e si mettono in frigo per qualche minuto. Quando saranno fresche si posano sugli occhi chiusi direttamente o adagiati su un velo di garza sterile.

Il tè verde permette, come il sale, di drenare i liquidi e disinfiammare. Si possono usare anche i filtri della camomilla, lasciando in infusione meno di 3 minuti. Abbiate cura di non manipolare troppo i filtri, per evitare che eventuali batteri vengano a contatto con gli occhi già sofferenti;

4. Aloe vera: gli impacchi di aloe vera sono battericidi e lenitivi, permettono di disinfettare ed eliminare prurito e gonfiore, aiutano anche nell’assorbimento di edemi ed ematomi. Si usa il gel puro biologico di aloe vera, quello fresco che di solito si trova nel banco frigo di erboristerie e negozi specializzati. Va bene un gel utilizzabile per uso interno, fate però attenzione che non sia addittivato di zucchero, alcool, miele o altro: deve essere puro e diluito solo in acqua. Si imbeve una garza o un dischetto di cotone e si posa sull’occhio gonfio, chiuso. Si lascia agire finchè non diventa tiepido, dopodichè si rimuove e si sciacqua l’occhio con poca acqua fresca;

aaaeye cucumber5. Fettine di cetriolo: il cetriolo fa parte della medicina popolare, e per la cura degli occhi è un toccasana. Basta lasciare un cetriolo in frigorifero per qualche ora, tagliarne qualche fettina e posarla, fresca, direttamente sugli occhi. Gli occhi gonfi traggono beneficio immediato e anche la pelle appare più riposata.Piccoli accorgimenti

È importante lavarsi sempre le mani quando si trattano gli occhi gonfi, poiché le mani potrebbero essere veicolo di ulteriori agenti irritanti per palpebre già sensibili e doloranti. È inoltre necessario sciacquare sempre dopo i trattamenti, per rimuovere i rimedi utilizzati e anche per pulire quanto gli occhi possono aver rigettato durante il trattamento.

Usate garze sterili, cotone idrofilo privo di profumo, panni in cotone, lino o microfibra puliti e non profumati. Manipolate il meno possibile quello che andate a posare sui vostri occhi,e d evitate il più possibile di toccare gli occhi gonfi. Bevete molta acqua, aiuta a drenare i liquidi, e adottate una dieta povera di sale e grassi. Inoltre, nel caso di allergie, evitate il più possibile zuccheri, alcool, tabacco, e gli alimenti che notoriamente possono scatenare un innalzamento di istamina.

Infine, se potete, dormite e riposate con il capo rialzato, per permettere ai liquidi in eccesso di defluire verso il collo.

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298