Sì alle persone positive: l’ottimismo fa bene al cuore

aaaheart sli

salute24.ilsole24ore.com




Di Miriam Cesta

L’ottimismo fa bene al cuore

Chi è positivo ha il doppio delle probabilità di essere in buona salute cardiovascolare rispetto a chi vede tutto grigio

Essere ottimisti fa bene al cuore e alla salute cardiovascolare. A sostenerlo è uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della University of Illinois di Urbana-Champaign (Stati Uniti), il più grande studio condotto finora sull’argomento, spiegano i ricercatori, che ha visto coinvolti ben oltre 5100 soggetti adulti di età compresa tra 45 e 84 anni e di diverse estrazioni socio-culturali.

aaaheart family“Le persone con i più alti livelli di ottimismo hanno il doppio delle probabilità di essere in buona salute cardiovascolare rispetto ai soggetti più pessimisti – spiega l’autrice dello studio Rosalba Hernandez -. Questa associazione rimane significativa anche dopo l’aggiustamento dei risultati ottenuti in base alle caratteristiche socio-demografiche”. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Health Behavior and Policy Review.

aaaheart slider noLa salute cardiovascolare dei partecipanti è stata valutata utilizzando sette parametri – pressione arteriosa, indice di massa corporea, livelli di glucosio a digiuno, livelli di colesterolo, alimentazione, attività fisica svolta e consumo di tabacco – gli stessi utilizzati dall’American Heart Association per definire la buona salute del cuore nelle proprie campagne di sensibilizzazione rivolte alla popolazione.

aaaheart v da fareI ricercatori hanno quindi assegnato un punteggio che va da 0 a 2 su ciascuno dei sette parametri, che sono stati poi sommati per arrivare al punteggio indicativo della salute cardiovascolare: il punteggio totale più alto risultava indicativo di una salute cardiovascolare migliore. I partecipanti allo studio hanno poi compilato dei questionari relativi alla propria salute mentale e fisica e ai loro livelli di ottimismo.

Dall’analisi dei dati è quindi emerso che le persone più positive avevano due volte più probabilità di essere in buona salute cardiovascolare e che, rispetto ai più pessimisti, avevano livelli di zucchero e di colesterolo totale nel sangue significativamente più bassi, oltre a essere più attivi fisicamente, avere più sani indici di massa corporea ed essere meno schiavi del fumo.

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298