Lifting sì o lifting no? Quando e come decidersi

aaface slider

www.dagospia.com




FILLER DI BUONA DONNA – UN LIFTING, SE ESEGUITO CORRETTAMENTE, NON ALTERA I TRATTI SOMATICI DEL VISO E DURA NEL TEMPO – SONO SEMPRE DI PIU’ LE INCARTAPECORITE CHE RICORRONO A INZIEZIONI E FILI SOTTOCUTANEI SPAVENTATE DA RISULTATI INNATURALI

Antonio Ottaviani per la Repubblica – Salute

aaface pullingSempre più spesso si parla di metodiche non invasive in medicina e chirurgia estetica, in contrapposizione ad interventi chirurgici apparentemente più aggressivi e meno efficaci. Senza nulla togliere alla validità dei vari “fillers” e “treads” usati in medicina estetica e alle varie tecniche chirurgiche mini-invasive, sarebbe utile chiarire che queste non rappresentano una alternativa agli interventi chirurgici veri a propri, ma ne possono rappresentare un valido complemento.

aaface v needleInfiltrazioni (fillers) e fili sottocutanei (treads), ad esempio, sono proposti in alternativa all’ intervento di lifting del viso. Chiariamo subito che l’ intervento di lifting del viso, eseguito secondo i canoni corretti, permette di eliminare la cute rilassata e trattare i piani sottocutanei (Smas) in modo da ottenere risultati naturali e duraturi. Così può migliorare sensibilmente anche il rilassamento del collo e la regione frontale del viso, sempre a patto che venga eseguito da mani esperte e in ambiente protetto (sala operatoria e struttura sanitaria adeguata).

Questi risultati non possono essere ottenuti con semplici iniezioni e ancor meno con l’ uso di fili sottocutanei, che invece possono attenuare in maniera palliativa i segni dell’ età. Un’ altra considerazione riguarda i risultati di un lifting chirurgico non eseguito correttamente e che si evidenziano con un aspetto eccessivamente “tirato” e innaturale, altre volte con incongruenza tra la pelle del viso troppo tirata e un collo rilasciato perché non è stato trattato chirurgicamente in maniera adeguata.

aaface 2Questi sono i “cattivi” risultati, che essendo particolarmente evidenti diventano le “icone” sbagliate del lifting del viso e portano le persone ad aver paura di assumere un aspetto artificiale dopo un intervento di questo tipo. Una reazione assolutamente giustificata. Ma un lifting eseguito correttamente non dovrebbe alterare le caratteristiche somatiche, bensì dovrebbe eliminare i segni dell’ età in maniera armonica e naturale. Un dubbio che assilla spesso i pazienti è relativo alle cicatrici. La paura è quella che i segni restino visibili per sempre.

aaface v da fareMa va detto che le incisioni necessarie per eseguire questo intervento vengono fatte in corrispondenza di pieghe cutanee già esistenti; e quindi dopo qualche settimana diventano praticamente invisibili. Spesso mi viene detto che i lifting “si vedono”. Non mi stanco di ripetere che i lifting che “si vedono” sono il risultato di interventi eseguiti da mani inesperte, mentre i risultati corretti sono quelli che danno un aspetto riposato e naturale.

Risultati poco naturali si ottengono, invece, anche quando il chirurgo non considera nel contesto del viso che va a ridisegnare, anche l’ eventuale appesantimento delle palpebre sulle quali il passare degli anni fa sentire il suo effetto. Le palpebre superiori di solito hanno cute in eccesso che può avere come effetto anche difficoltà di apertura degli occhi con conseguente stanchezza.

aaface 4Quelle inferiori, invece, possono apparire gonfie per la presenza di borse adipose; anche qui ci può essere pelle in eccesso, che può essere eliminata insieme alle borse, con risultati estremamente vantaggiosi. Insomma, nel momento in cui si decide di affidare al chirurgo il ringiovanimento del viso, si dovrebbe considerare anche un’ eventuale blefaroplastica da associare al lifting, per ottenere un risultato più armonico e naturale.

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298