La madrina di Spavalda Franca Valeri, Genio e Regolatezza

Franca Valeri

Franca Valeri, attrice, regista, scrittrice, interprete di oltre 40 film e 24 tra varietà e sceneggiati televisivi, a 94 anni sta preparando il debutto milanese della sua nuova commedia teatrale Il Cambio Dei Cavalli.

Franca Valeri

Signora Valeri, Spavalda si occupa di consigliare le donne su come apparire più giovani. Lei cosa pensa della rincorsa alla giovinezza?

“Ci vuole fortuna per arrivare ad una certa età. La rincorsa alla giovinezza e’ inutile. Accettando le curve stabilite dalla natura si riesce a fare un discorso con la natura e a patteggiare. Se ti ostini e’ inutile. Anche le plastiche sono molto pericolose. Bisogna cascare nelle mani di un chirurgo amico per piccoli interventi. Ma anche li dipende. Io conservo una pelle accettabile ma ci sono delle pelli che si raggrinziscono. Secondo me bisogna tenersele le rughe. Però facci presto a dirlo…io non ne ho. Ci sono un gruppo di donne fortunate che sono belle da vecchie. C’è una bellezza anche nella vecchiaia. Molto dipende dallo stato d’animo. La cosa più importante e’ mantenere degli interessi. Chi si lascia invecchiare senza vivere e’ la fine…Certo il cervello e’ il motore di tutto. Anche in questo sono fortunata. Ho ancora la memoria. Col mio lavoro e’ come aver fatto sempre ginnastica mentale. Ginnastica fisica devo ammettere ne ho fatta poca. La memoria va esercitata anche se con il tempo normalmente subisce usura. Insieme all’udito ed alla vista.”

Perche le donne si piacciono poco?

“Perché hanno delle pretese. Non hanno patteggiato con Dio. Non ti devi piacere rispetto alla faccia che preferiresti. Ma non puoi esserti antipatica. Forse una volta c’erano meno specchi. Ma non direi che non si amano. Guarda con quanta spavalderia espongono culi che dovrebbero stare nascosti. Vuol dire che, o si detestano, o espongono ciò che hanno di peggio. Trovo stupido dire “Metto questo perché è di moda.” Bisogna ragionare sulla moda. Io non ho mai messo pantaloni perché ho gambe corte ed il culo non è piccolissimo. È molto importante sapersi giudicare.”

Qual’e’ il segreto per invecchiare bene?

“Se si parla di vecchiaia una ricetta infallibile e’ quella di contornarsi di gente molto più giovane. Se ti contorni di un ospizio e’ la fine. Io ho solo amici più giovani. Piaccio ai giovani proprio perché ho molti anni. Loro mi amano molto. Posso insegnare loro tante cose. Questa e’ una fortuna inestimabile. Però non è solo perché sono Franca Valeri. Tutti amano le persone più vecchie. Non penso ai ragazzini che vanno ai concerti rock. Ma c’è una generazione giovane molto interessante fatta di ragazzi che amano studiare. Non è vero che sono tutti cretini. E non è neanche vero che non c’è modo di educarli. Ci sono genitori, pochi, che sanno educarli bene.”

Quale consiglio dare alle donne per mantenere un aspetto giovane?

“Questo e’ ridicolo. Il consiglio e’ di mettersi in testa che giovani non si rimane. Si tirano la pelle, si allungano i capelli ma non si rimane giovani perché il calendario e’ li. È impossibile sentirsi giovane se non ci senti più e ci vedi male. Ci sono donne bellissime che cominciano a 40 anni a farsi le plastiche e a poco a poco diventano brutte. Valentina Cortese ad esempio era bella ed è rimasta bella. Certo se sei un mostro e’ meglio mettere mano alla chirurgia ma bella non ti fa’ diventare nessuno. Ma l’esercizio più proficuo e quello di esercitare il cervello. Non e’ difficile leggere, ad esempio, e sapere cosa hanno pensato le persone prima di te.”

Le donne temono quella più giovane?

“Questo è stupido. Ma li si apre un’altro capitolo. Perché le unioni non durano? Non gli si da più il valore che possano avere in una vita. E’ fatale la facilità che c’è nel dividersi. E questo si riflette sul modo di vivere e sui figli. Considerando com’è adesso il mondo bisognerebbe riflettere molto prima di unirsi a qualcuno. Se hai deciso di suggelarla un’unione allora ti devi considerare unito per sempre. Ma da parte dell’uomo e’ considerato meno grave lasciarsi.”

Cosa pensa del tacco 12?

“Solo 3 donne su 100 possono portarlo. E se le interroghi queste donne non può essere che faticoso indossarlo. È’ anche antiestetico e malsano. Solo in abito lungo e’ accettabile. Con pantaloni e’ mostruoso. Non so perché si è sparsa questa moda? Certo sei hai un concerto ed indossi un vestito molto lungo…ma per la strada, sul Corso, con i pantaloni ed il culone. Ma le donne si ostinano a metterselo con i pantaloni, con i culoni, sul Corso. Questo poi porta ad una catena di omicidi. Spesso queste donne sono in giro abbracciate a dei bei ragazzi. Ma i ragazzi, o le prendono in giro, o le ammazzano. Io ho avuto pochi uomini nella mia vita ma mi e’ capitato che qualcuno mi dicesse ” Questo non ti sta bene” perché erano attenti all’estetica. Ma possibile che a queste donne nessuno gli dicano niente? Vestite normali sarebbero anche gradevoli. Ho delle amiche grasse che quando si vestono normali sono deliziose ma quando si mettono i pantacollant ed i tacchi…”

Un pensiero sulle donne a dieta?

“Capisco che le donne vogliono essere magre ma non so se è giusto per la loro salute. Anch’io faccio la dieta perché tendo ad ingrassare. Anche i medici mi dicono che devo dimagrire. Normalmente mangio dissociato. O un secondo, o la pasta ed evito i sughi. Non ho mai mangiato molto e non ho mai fatto scorpacciate. Ho il permesso dalla mia dietologa tedesca a mangiare la cioccolata, quella amara naturalmente. Non voglio diventare una vecchia grassona. Io ancora recito e mi azzardo ancora un Capucci.” (I vestiti di Roberto Capucci.)

Suo segreto nell’apparire?

“Non faccio niente contro quello che mi da la natura ma esercito furiosamente il mio senso estetico. Non è difficile guardarsi allo specchio e stabilire cosa non puoi indossare. Come nel lavoro ci sono dei ruoli che non posso fare. Bisogna sapersi giudicare con intelligenza.”

Ed interiormente?

“Interiormente sono serena. Ho sempre dato importanza vitale all’amicizia. E’ piu importante dell’amore. L’amore ad un certo punto puo’ finire. O hai la fortuna di invecchiare insieme alla persona a cui sei legata ma a me non e’ capitato. L’amicizia e’ eterna. Certo anche gli amici ti lasciano ma ne trovi altri. L’amico e’ prezioso. Ho avuto una fortuna rara perché ho avuto dei genitori intelligenti. Se guardo indietro non hanno sbagliato niente. Non mi hanno impedito niente e mi hanno educata alla cultura. Era una famiglia di gente libera, ma l’intuito che avevano nell’educare…”

Quali sono i primi segni che il tempo passa?

“Non c’è una cosa precisa. Ci sono cose fisiche come la vista, la menopausa, i capelli bianchi. Questi sono gli avvertimenti classici. Io ho un aiuto per l’udito ma non si vede. Tanti non sentono bene ma non li usano e dicono, eh, eh, cosa hai detto? Certo sono un po cari questi apparecchi ma io sono spendacciona. Rimarro’ in miseria.”

Cosa pensa delle donne che stanno con uomini più giovani?

“Io ho avuto un uomo molto più giovane di me ed ad un certo punto si è accorto che ero più grande di lui. E’ più pericoloso per le donne perché non hanno presente questa differenza. Un uomo più giovane che sta con donna grande spesso e’ per motivi di interesse. Non solo di denaro ma anche interesse sociale. Una donna più grande può essere affascinante ma ad un certo punto l’uomo ha bisogno che la natura lo soccorra. L’uomo maturo che sta con una donna più giovane, in realtà, tutto parte sempre dal sesso. Poi si può tramutare in affetto. Ma non c’è una regola fissa.”

Cosa fa’ per mantenersi così bene esteticamente?

“Per i capelli li tingo da quando avevo 40 anni ed uso la stessa tintura da allora. Prima facevo l’henne’ poi sono passata al colore. Prima andavo dal parrucchiere Filippo, a Roma, poi dai Vergottini ed ora che hanno chiuso viene una ragazza a casa che lavorava da lui. Si chiama Betta ed è bravissima. Per il viso lo tengo idratato con delle buone creme. Quelle che costano di più forse sono le meglio. Non ho mai lavato il viso con saponi in vita mia. Solo acqua e poi la crema. Prima si andava dall’estetista. Poi negli anni ho fatto sedute di trattamenti estetici per dimagrire.”

Per mantenere il cervello cosa fai?

“Repubblica mi ha fatto un intervista poco fa’ ed il titolo era Franca Valeri, Un Cervello Che Va A Mille. Il mio mestiere esige dei progetti. Se no cosa fai? Ho da poco debuttato a Spoleto nella mia nuova commedia, Il Cambio Dei Cavalli. Questa e’ già la terza commedia che scrivo in pochi anni.”

Brevi consigli per le donne d’oggi?

“Avere un attività che piace, che occupa il tuo desiderio, le tue idee. Circondarsi di gente più giovane sempre tenendo occhi, o occhiali, sull’estetica.”

Brevi consigli su cosa non fare?

“Sicuramente la plastica sopratutto al seno. Tanto non te lo tocca più nessuno. Non fare uso indiscriminato di medicine senza consultare il medico. Tutte sanno tutto, poi si avvelenano. E non pensare troppo a quanti anni hai. Se no diventa una fissazione. Sono fastidiose le manie delle feste per i cinquant’anni, per i sessant’anni. Ma che festeggiate? Purtroppo per me lo sanno tutti i miei compleanni. Preferirei non aver fatto carriera in quei momenti. Per le donne che hanno figli un consiglio e’ quello di non pensare che non c’e’ niente da fare per educarli. Perche’ si puo’ sempre fare qualcosa. Quando un figlio arriva alla droga un momento prima il genitore non puo’ non accorgesene. Non e’ possibile che arrivi la bomba cosi. Se un ragazzo di 16 anni uccide la sua ragazza, tu mamma avrai capito che non era un bambino normale?”

Che rapporto ha con l’ozio?

“Un’ora di ozio va bene. Se sai che dopo avrai una tournee puoi oziare. Ma se non c’e’ niente oltre l’ozio diventi pazzo.”

Progetti quindi contro l’ozio?

“A ottobre saro’ a Milano con la commedia Il Cambio Dei Cavalli e a giugno 2015 saro’ a Roma all Teatro Argentina. Ma per un’attrice cosi’ amata come me che quando mi vedono mi dicono “Che onore incontrarla, Signora Valeri, posso darle un bacio?” e’ possibile che non si possano programmare le mie commedie nei teatri italiani?”

 

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298