Dalle extension alla laminazione, come avere ciglia «extra long»

www.vanityfair.it

di ELEONORA NEGRI



Attenzione, danno dipendenza: le ciglia lunghissime sono il feticcio del momento. Beyoncé le porta anche di notte. E, grazie a nuove tecniche di messa in piega, tintura e infoltimento anche fai da te, lo sguardo da Bambi è a portata di mano per tutte

La curva delle ciglia a Hollywood tende all’infinito. E a farla impennare ci si mettono anche le richieste sempre più esigenti delle celeb. Se non sono folte e XL, per esempio, Beyoncé non esce di casa: «Indossa le ciglia finte notte e giorno. Ma soprattutto le piacciono quelle realizzate con i materiali più inconsueti come il visone», racconta la make-up artist della star Wei Lang. Ma tra le sue clienti vip c’è anche chi ama un look più naturale: «A Elle Macpherson applico solo qualche ciuffetto e utilizzo tanto il piegaciglia prima di passare il mascara», dice.

La tendenza d’oltreoceano però conferma le extension come il trattamento più richiesto, ma anche i sieri per velocizzare la crescita stanno spopolando. «La novità è il kit per l’extension professionale da fare a casa, si chiama Lashify ed è molto facile da utilizzare», dice Wei. Anche se la raccomandazione di moderarsi è d’obbligo, se non si vuole fare la fine della cantante Gwen Stefani che, dopo aver lanciato la sua linea di occhiali da sole, si è accorta che le extension erano talmente lunghe da urtare contro le lenti.

LA GINNASTICA DELLE CIGLIA
Esiste una tipologia di extension trainer che intensifica lo sguardo e tonifica la muscolatura della zona perioculare: «È un potenziamento ciliare a tutto tondo», spiega Stefania Severini, proprietaria del salone Maison des Cils di Genova. «Viene eseguita una tecnica detta “del ventaglio fatto a mano”. Ogni ciuffetto di ciglia, di seta o in materiale sintetico anallergico, viene aperto e distribuito sulla rima palpebrale in modo che non gravi su una sola zona dell’occhio. Funziona un po’ come un allenamento in sala pesi: a ogni refill si aggiunge un piccolo carico per irrobustire il muscolo della palpebra. Tra il terzo e l’ottavo mese si raggiunge l’apice della tenuta delle extension, dopodiché è meglio osservare un mese di pausa durante il quale è consigliabile l’uso di sieri nutrienti», dice Severini.

LA CURVA GIUSTA
Non solo per i capelli, la permanente è anche per le ciglia: «Si chiama Lash lift con laminazione e siamo gli unici in tutta Italia a eseguirla», spiega Maria Larionova, titolare del salone LashBar di Milano.
«È una tecnica in due step: la fase “lift” che incurva le ciglia grazie a particolari supporti con misure diverse e la “messa in piega” che fissa la curvatura. Infine si applica un booster per rimpolpare e chiudere le squame del pelo. Tra la fase lift e la laminazione si può chiedere anche la tintura. Il trattamento dura fino a otto settimane», dice Larionova. Attenzione però alla detersione: «Non bisogna strofinare troppo le ciglia, meglio pulirle con uno struccante specifico e poi tamponarle».

LA DIETA ALLUNGANTE
La bellezza delle ciglia è legata anche a quello che mangiamo: «La loro salute dipende soprattutto dall’idratazione della cute sottostante. Quindi, meglio non esagerare con sale e zucchero che disidratano la pelle», spiega Chiara Manzi, presidente di Cucina Evolution Academy, una scuola per chef con una particolare attenzione alla salute. «Tra i super food da preferire c’è la mandorla, ricca di vitamina E, meglio se abbinata allo yogurt naturale. Altri due elementi da introdurre nella dieta sono la quinoa e l’amaranto, ricchi di luteina che rinforza vista, pelle e capelli», dice Manzi.
Per avere in un battito di ciglia un booster di energia e uno sguardo più intenso.

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298