Come usare la piastra calda senza rischi per i capelli

ahair slider

comefare.com

By Redazione

Come usare la piastra senza rischi per i capelli
Qualsiasi donna ha usato la piastra almeno una volta nella sua vita o per stirare i capelli o per creare onde ad una capigliatura piatta. La domanda che spesso ci facciamo e se la piastra danneggia i capelli e qual è la temperatura giusta.

images 1Allora: le piastre di ultima generazione; quelle in ceramica per intendersi, sono molto meno aggressive di quelle di una volta e non danneggiano la fibra dei capelli. Per quello che riguarda la temperatura, va aggiusta in base al tipo di capello: le ricce, che creano ciocche piuttosto spesse, possono raggiungere anche i 220 gradi, mentre con capelli leggermente mossi non bisogna superare i 200 gradi.

Per utilizzare al meglio questo piccolo aggeggio ecco alcuni consigli:

la piastra va usata sui capelli perfettamente asciutti altrimenti l’eccessivo sbalzo termico li può danneggiare. Sui capelli bagnati avviene un’evaporazione dell’acqua troppo veloce che li disidrata facendoli diventare opachi ed aridi.

imagesLe ciocche da trattare devono essere non più larghe di 2 centimetri, solo così il risultato sarà curato e soprattutto duraturo. Per suddividere le ciocche aiutati con un pettine, spruzza su ogni ciocca una soluzione districante oppure gli spray apposta che vengono utilizzati prima della piastra , che producono una sottile pellicola protettiva, la piastra scorrerà meglio e i capelli non si rovineranno. Più veloce sarà il movimento della piastra minori saranno i danni al capello, è inutile comunque premere troppo sulla ciocca il risultato sarà una chioma spenta dall’aspetto piatto.

ahair vTenere sempre la piastra a qualche centimetro dalla radice del capello che altrimenti potrebbe risentirne. Come detto anche prima la temperatura giusta va in base al tipo di capello, ma l’importante è non passare mai i 220° massimo per chi ha capelli grossi e ricci, per tutte le altre tipologie di capelli i gradi devono essere meno, sui 180 massimo 200°.
Attenzione a non eccedere con i passaggi della piastra, per i capelli sottili è sufficiente una sola passata, per una capigliatura più crespa con capelli più grossi sono necessari dai 2 ai 3 passaggi. E’ possibile ritoccare la pettinatura anche tutti i giorni, l’importante è utilizzare le piastre di nuova generazione realizzate con materiali speciali come la ceramica che non danneggiano i capelli. I ritocchi devono essere fatti con una temperatura che non superi gli 80-100 gradi.

La piastra con gli ioni aiuta a chiudere le squame dei fusti, i capelli appariranno meno elettrici, più disciplinati e brillanti. Non è bene usare la piastra su capelli già trattati con lacche o spuma, il passaggio della piastra calda sarebbe difficoltoso e il risultato poco soddisfacente. E’ preferibile spazzolare prima i capelli oppure lavarli.

ahair Meglio acquistare una piastra di piccole dimensioni poiché più leggera e quindi maneggevole, sarà più semplice ottenere un ottimo risultato anche sulle punte. Ogni tanto è bene pulire la piastra con un panno, dopo aver tolto la spina, quando è ancora tiepida, in questo momento infatti lo sporco si eliminerà più facilmente.

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298