Acqua micellare, una fonte di bellezza per la pelle

donnamoderna.com



Un’alleata preziosa per detergere il viso in modo veloce ed efficace: elimina tutte le tracce di make up e sebo in un solo gesto

I segreti dell’acqua micellare

Erano gli anni Ottanta quando l’acqua micellare veniva decantata come uno dei migliori ‘segreti’ di bellezza di molte modelle e make up artist. Al suo esordio infatti veniva impiegata solo nell’ambito professionale, per velocizzare il cambio di make up tra una sfilata, una passerella o una comparsata televisiva. Uno spruzzo o un tocco su un batuffolo di cotone e il viso era libero da impurità e da qualsiasi traccia di trucco. Anche del più waterproof di tutti.

Che cos’è

L’acqua micellare è un prodotto che deterge esattamente come un latte e incorpora le proprietà astringenti e lenitive del tonico. Non è oleosa e quindi non necessita di alcun tipo di risciacquo. Insomma, con una semplice e delicata passata sul viso, consente di ottenere una pelle fresca e detersa. “Le micelle rimuovono trucco, sebo in eccesso e altre impurità della pelle” spiega la dottoressa Maria Rosa Gaviglio “Oggi l’acqua micellare non può mancare nei beautycase di ciascuna di noi: questo struccante in forma acquosa è perfetto per purificare la pelle in modo intelligente; la formula delicata, infatti, permette di detergere in profondità senza aggredire la pelle o andare ad intaccare la barriera idrolipidica”.

Composizione

L’acqua micellare deve il suo nome alle micelle o sfere tensioattive che la compongono assieme all’acqua termale. Oltre a questi due elementi base, questo cosmetico può essere arricchito da principi idratanti e lenitivi, ma anche da estratti naturali di piante e minerali. “Le micelle sono il vero segreto della pulizia perché la loro azione è quella di catturare le impurità della pelle, lasciando l’epidermide ben pulita e idratata senza appesantirla” spiega ancora la dermatologa. Si tratta di strutture composte da aggregati di molecole in grado di intrappolare al loro interno lo sporco: “le micelle infatti agiscono da magneti attirando le impurità senza la necessità di strofinare, perché la soluzione acquosa che le contiene le trascina via delicatamente”.

Come si usa l’acqua micellare

L’acqua micellare è perfetta per ogni tipo di pelle, anche per quelle molto sensibili. Garnier, ad esempio, ha studiato una soluzione micellare ad elevata tollerabilità proprio per le pelli più delicate e, naturalmente, per un viso perfettamente pulito. Ma esiste anche la formula ‘fresh’, ideale per le pelli normali o miste. E poi è possibile trovare l’acqua micellare bifasica con olio d’Argan per rimuovere anche il trucco più resistente con delicatezza, senza sfregare. E infine una formula efficace per purificare e detergere il viso con qualche piccola imperfezione. “Si può utilizzare tutti i giorni nella beauty routine, il mattino appena svegli e la sera prima di coricarsi, perché deterge a fondo senza intaccare la barriera idrolipidica che serve per difendere la nostra pelle dalle aggressioni esterne” continua l’esperta “La caratteristica principale delle acque micellari è quella di non avere bisogno di essere risciacquate: sostanzialmente, dopo aver pulito e purificato la pelle, si è già pronte per applicare la crema idratante. E in questo modo non si usa l’acqua corrente che spesso disidrata la pelle”. La sua applicazione è semplice: basta inumidire un dischetto di cotone e procedere passandolo su tutto il viso con un leggero massaggio, così da rimuovere il make up e liberare i pori da sostanze inquinanti e tossine. Un ottimo suggerimento è quello di appoggiare i dischetti imbevuti di acqua micellare sopra le palpebre e lasciarli agire per qualche secondo: in questo modo sarà possibile eliminare anche ogni traccia di waterproof.

I trucchi per un migliore utilizzo

Iniziate a passare i dischetti imbevuti di acqua micellare sulle labbra e poi salite fino agli zigomi e alla fronte, e infine sul collo. “Insistete un pochino di più sulla zona T, ovvero fronte, naso e mento, e fate attenzione alla parte più delicata del contorno occhi: lasciate agire qualche secondo i dischetti e poi spostate il cotone verso l’esterno del contorno occhi, continuando a passarlo delicatamente fino a quando non avrete rimosso perfettamente il trucco dalle palpebre e dalle ciglia. È un’operazione di pochi minuti ma è il gesto da cui parte tutta la nostra bellezza” chiarisce Maria Rosa Gaviglio.

Acqua micellare o latte detergente?

“Qualcuno è molto affezionato al duo, latte detergente e tonico, però, a mio parere, la miglior scelta per la pulizia che uno possa fare è senza dubbio l’acqua micellare. Il latte in principio sembra garantire una maggiore idratazione della pelle ma in realtà lascia parecchi residui. La pecca del tonico invece è che, in alcuni casi, può risultare troppo aggressivo. La soluzione micellare è perfetta perché, oltre a pulire a fondo, in un solo gesto elimina trucco e sebo senza dover sfregare e irritare la pelle” sottolinea la dermatologa.

loading…


Authors

Related posts

Top Fatal error: Call to undefined function is_product() in /web/htdocs/www.spavalda.it/home/wp-content/plugins/woocommerce-google-dynamic-retargeting-tag/wgdr.php on line 298